Birrerie pub roma no image

Published on ottobre 8th, 2011 | by Birra degli Amici

1

Gregory’s Inn


Largo Lanciani, 6 – Roma 

Ci piace: l’offerta di birre in bottiglia
Non ci piace: i prezzi
Da provare: Kwak

Da qualche giorno Roma è spazzata da un vento gelido che taglia la gola ed il Secco ne è rimasto tristemente vittima. Come in ambulanza, gemendo sul sedile posteriore dell’auto, lo trasportiamo di corsa al più vicino locale per una dose massiccia e salutare di birra. C’è un localino appena di fronte a Ponte Lanciani ed alla tangenziale est di Roma gestito da una vera autentica birrofila: il Gregory’s Inn. Imbocchiamo.
L’ambiente è stretto e lo spazio scarseggia. Per fortuna rimediamo facilmente un tavolo, anche se instabile ed un po’ scomodo, dato che la maggior parte dei clienti ha preferito sedersi all’esterno. Siamo freddolosi, è vero, e ci è anche passata la voglia delle grandi sbevazzate di birra ghiacciata. Via quindi weiss, lager, blanche e saison e spazio alle “birre da riflessione”.

Mentre sfogliamo il menu, come vuole la tradizione del Gregory’s ci viene servito un piccolo assaggio di chips. Niente di che ma pur sempre una gradevole attenzione al cliente. Per l’occasione troviamo le seguenti birre alla spina: Trappes Blonde, Trappes Double, Bush Ambré, Oyster, Kwak e Chimet. Sono, comunque, frequentemente ruotate, ragion per cui non aspettatevi di ritrovare sempre le stesse. Ampia la disponibilità di birre in bottiglia, per la quale la consulenza della titolare potrebbe risultare assai preziosa.

Pensate che una volta Alessietto fu in grado di tenerla occupata per una buona mezz’ora nella ricerca di una fantomatica “birra scura”. Ogni cinque minuti circa, la vedevamo rispuntare dal bancone con una bottiglia in mano: “è questa?”  Ovviamente no.

“Ti ricordi che sapore aveva?”, e lui: “mi ricordo che era Settembre…” 
Santa donna, che pazienza! Quella mitica birra, un po’ dolce un po’ salata, non fu mai ritrovata.
Ma torniamo alle birre realmente esistenti. Il Secco ha optato per una Trappes Blonde, Dildo per una Kwak e Alessietto, esagerando come al solito, per l’aperitivo birraio, un mix di quattro diversi assaggi di birra. Ogni birra è servita nel proprio bicchiere con un perfetto cappello di schiuma. La Kwak è ad alta gradazione, sentore caramellato con un finale amarognolo. Alessietto sorseggia il suo mix con soddisfazione, ma il Secco ha un problema. E’ contrariato e storce il naso schifato: la sua birra è inacidita. Ferma il cameriere e se ne fa portare un’altra, una Trappes Double. Mea culpa dello staff, conto con lo sconto ed incidente risolto.
Può capitare che un fusto mal conservato o che una spina scarsamente pulita compromettano il gusto della birra. Il nostro consiglio è di non esitare mai, in caso di dubbio, a chiedere spiegazioni al bancone. Potrebbe evitarvi un’inutile sofferenza di fronte al vostro boccale e garantirvi… una birra aggratise!
Siamo soddisfatti della serata. Il servizio, nonostante l’incidente, è stato buono. I prezzi, invece, ci son rimasti sullo stomaco: al Gregory’s si arriva ad 8 euro per una birra media.

Pagella
Birra: 2,5/3,5
Servizio: 2/3
Cucina: 1/1,5
Ambiente: 1/2
TOTALE: 6,5
(Visited 25 times, 1 visits today)


About the Author



One Response to Gregory’s Inn

  1. SuSter says:

    8 euro? porca paletta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑