viaggi birrai no image

Published on marzo 25th, 2012 | by Birra degli Amici

0

Visita al Birrificio Cantillon

Oggi vogliamo raccontarvi della nostra visita al birrificio Cantillon di Bruxelles nel quel di febbraio scorso e che, speriamo, noi sia l’ultima.

Il birrificio si trova ad Anderlecth, nella parte meridionale di Bruxelles, non lontano dalla Gare du Midi. E’ facilmente raggiungibile con la metropolitana, ma chi avesse voglia di farsi una passeggiata può arrivarci tranquillamente a piedi dalla Gran Place in circa 40 minuti. Stranamente, gli abitanti del quartiere non sembrano conoscerlo granchè. Tutti i nostri tentativi di ottenere indicazioni stradali si sono risolti in un’alzata di spalle. Studiate il percorso o munitevi di mappa.

La Brasserie Cantillon nasce nel 1900 ad Anderlecht per mano di Paul Cantillon. Oggi sono i suoi discendenti a dirigere l’attività. Sfortunatamente, degli storici birrifici artigianali che popolavano la capitale belga, il Cantillon è l’ultimo ancora in vita. Gli altri sono stati stroncati dalla concorrenza o acquistati nel tempo dalle grandi case produttrici. A tenergli compagnia è la Brasserie de la Senne, birrificio artigianale attivo da circa un decennio.
Cuve matiére
E’ possibile visitare la Brasserie Cantillon dal lunedì al sabato, dalle 9 fino alle 5 del pomeriggio. Il prezzo è di 6 euro a persona ed include una degustazione di due birre. Vi è inoltre un piccolo shop dove acquistare i prodotti del birrificio o i suoi souvenir. Il Cantillon è famoso per le sue lambic e gueuze, prodotte con una particolare attenzione alla tradizione e alla qualità delle materie prime. La miscela è di 65% malto d’orzo e 35% frumento non maltato. Sia le lambic che le kriek sono rifermentate in bottiglia con l’aggiunta di lambic giovane secondo processo della champagnisation.

Dopo una breve introduzione dei proprietari si viene lasciati liberi di visitare il birrificio in lungo e largo, guidati da un papier informativo disponibile anche in italiano. Si passa così dalla enorme Cuve matiére (la pentola del mash per intenderci) posizionata al piano terra, alle vasche di ebollizione, posizionate al piano superiore. Le vasche sono realizzate in rame e riscaldate con delle serpentine a vapore. 

Proseguendo il tour si giunge nel granaio, una specie di ampia soffitta dove vengono conservati malti, cereali e luppoli. Sicuramente la cosa più impressionante è la vasca di raffreddamento, anch’essa in rame, visibile attraverso una piccola finestra dal granaio. In questa vasca viene sversato il mosto bollente e lasciato raffreddare a contatto con l’aria per tutta la notte. La forma della vasca facilita lo scambio di calore, mentre le persiane delle finestre sono azionate ad arte per regolare il flusso di aria all’interno del locale. Necessitando il processo di temperature molto basse, la produzione del Cantillon è limitata al periodo tra ottobre e aprile.

Si passa quindi al magazzino delle botti. Tutte le birre Cantillon sono fermentate in botti di quercia o castagno, accuratamente sterilizzate con intensi e prolungati getti di vapore. Intensissimo è l’odore di mosto e visibili le tracce della traboccante schiuma prodotta dalla fermentazione. Nei primi giorni è talmente intensa che bisogna lasciare aperti i barili per evitare che esplodano.

Dopo aver visitato le aree riservate alla pulizia e la cantina, possiamo infine accomodarci nella piccola taverna riscaldata da una stufa a legna e sorseggiare le fantastiche gueuze del Cantillon. 

Brasserie Cantillon
www.cantillon.be
Rue Gheude Straat 56, Bruxelles
info@cantillon.be


Visualizza Birrerie a Bruxelles in una mappa di dimensioni maggiori

(Visited 130 times, 1 visits today)

Tags: , , ,


About the Author



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑