Home Amici Story Rogne da birrai

Rogne da birrai

cotta birra di Natale

Oggi non siamo proprio in vena. Siamo stanchi della giornata di lavoro e dei postumi della cotta di sabato. Non vi parleremo di come si fa questo e di come si fa quell’altro. Smetteremo per una volta i panni da “docenti” e tornaremo ad indossare i nostri soliti e assai più comodi abiti di birrai d’assalto.

Fare la birra comporta sempre degli imprevisti, imprevisti imprevedibili, anche quando ti sei messo a tavolino una settimana prima apposta per prevederli. Bisogna essere reattivi e pronti a escogitare al momento giusto la soluzione migliore per porre rimedio alle nostre cappellate (scusate le volgarità, è la stanchezza).

Era sabato, eravamo alle prese con la cotta per la birra di Natale. Tutto filava per il verso giusto e perfino gli dei sembravano essere dalla nostra parte. Mashing, bollitura, raffreddamento con scambiatore e inoculazione a 21° C. Nessun problema. Avevamo anche fatto abbastanza presto. “Solo” 8 ore di cotta. Quando passiamo alla misurazione della densità ci accorgiamo però che qualcosa non quadra. Come mai il valore è inferiore di circa 10 punti rispetto a quello previsto in ricetta?

Eppure, con il nostro potentissimo calcolatore è praticamente impossibile sbagliare. Pensa che ti ripensa, risaliamo alla causa. Abbiamo inoculato 4 litri di starter su una cotta complessiva di 20 litri. Lo starter, oltre ad essere già semi-fermentato, è molto meno denso del nostro super-mosto da 1084 gradi saccarometrici!

Così è andata che lo starter ha finito per diluire la densità complessiva del mosto rischiando di compromettere notevolmente il risultato finale. Ci siamo fatti quattro calcoli con HobbyBrew e siamo giunti alla conclusione che con l’aggiunta di 500g di zucchero saremmo riusciti a compensare la perdita di densità.

Nel mentre che la nostra birra fermenta, prepariamo quindi un po’ di acqua (giusto un goccio) e zucchero che faremo bollire e aggiungeremo in seguito al fermentatore.

Gli imprevisti aggiungono sempre quel tanto di dinamicità necessaria a motivare il birraio. Certo, se la prossima volta ci ricorderemo di tarare la densità finale in funzione della quantità di starter da aggiungere sarà comunque meglio..!

Potrebbe interessarti anche

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Annunci

- Advertisment -

Articoli popolari