Birrerie a Roma

Pubblicato il 9 Nov, 2013 | da

5

Bibere Bistrot

Bibere Bistrot Birra degli Amici

GIUDIZIO

Birra
Atmosfera
Qualità / prezzo

Summary:

3.3


Negli ultimi 12 mesi abbiamo assistito al sorgere nel quartiere Garbatella/Ostiense di una serie di nuove birrerie, un piccolo distretto della birra artigianale. Attorno allo storico Mastro Titta è dapprima sorta la birreria di Eataly, quindi il Porto Fluviale, infine, appena una settimana fa, proprio sotto al Ponte di Ferro, ha aperto il nuovo Bibere Bistrot, frutto del lavoro di una nostra vecchia conoscenza. Oggi andiamo a fargli visita.

IL LOCALE

A molti di voi il nome Bibere non suonerà nuovo. La nuova birreria è infatti la versione 2.0 del beershop nato a Garbatella nel 2011, uno dei primi a “spacciare” materiale per l’homebrewing. Il buon Fabio (nella foto qui sopra), dopo aver montato un paio di spine all’interno del beershop, ha infine aperto una vera e propria birreria. La location molto suggestiva è quella dell’ex Mulino Biondi, affianco al Ponte di Ferro (a cui il logo del locale si ispira). Piccola chicca: è disponibile un piccolo parcheggio per i clienti proprio di fronte l’ingresso.

Attraverso un cortile e una grande vetrata a tutto sesto si accede all’interno. L’ambiente è diviso in due grandi sale collegate tra loro solo da un passaggio ad archetto. Le pareti sono fatte a mattone nudo con un bellissimo soffitto a botte. La parete in fondo alla sala d’ingresso riproduce un punte ferroviario, vero leitmotiv del locale. Arredamento essenziale in legno, nessuna inutile decorazione alle pareti. Che dire? Stupefacente!

Molto importante per l’estate: all’esterno sono allestiti anche tre grandi spazi per sedere e bere en plain air.

LA BIRRA

La grande cura nell’allestimento del locale sembra sia stata trasposta anche nella progettazione dell’impianto e nella selezione della birra. Fabio d’altronde è uno che ne sa qualcosa. Ben otto linee più due a pompa. Troviamo per l’occasione, solo per citarne alcune: Madamin di Loverbeer, Noa di Almond 22, Tipopils e Bibock di Birrificio Italiano, Verdi di Birrificio del Ducato e l’immancabile To Ol. Ottima la Noa, Barley wine avvolgente e profumata ma assolutamente beverina. Madamin in formissima dedicata agli amanti del sour. La Verdi più pungente del solito, con una “presenza” del peperonicino veramente ingombrante. Unico neo: i camerieri che ci hanno servito non avevano una grande conoscenza delle birre disponibili, nè in generale di birra.

GASTRONOMIA

Dobbiamo smetterla di arrivare nei locali alle 23.30! Troviamo sempre le cucine chiuse e ci precludiamo le migliori chicche.. 🙁 Anche stavolta la pigrizia degli Amici andò al mercato e ci ha impedito di recensire la gastronomia del Bibere Bistrot. Possiamo solo dirvi che l’offerta è ampia e stuzzicante, sia per aperitivo che cena, e comprensiva di panini, snack ma anche primi piatti.

GIUDIZIO FINALE

Nonostante sia aperto da appena una settimana, il Bibere Bistrot è sicuramente sulla buona strada. Una volta collaudati i meccanismi del locale, siamo convinti che non avrà difficoltà a ritagliarsi una folta clientela. Location suggestiva, ottima birra, prezzi nella norma. Birra degli Amici approved!

Bibere Bistrot, recensito da Birra degli Amici il 9 novembre 2013. Voto: 3.5

Via Antonio Pacinotti 83, Roma


Visualizza Birrerie a Roma in una mappa di dimensioni maggiori

Tags: , , ,


5 Responses to Bibere Bistrot

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑